Novità Benediktiner Weissbier

Tre birre che ispirano la citazione latina della suora benedettina Hildegard von Bingen,

“cerevisiam bibat”, si beva birra, e, visto che siamo in tema di citazioni, Martin Rederlechner, Sales & Marketing Director South Europe & Latin America di Bitburger BrauGruppe, aggiunge:  manchmal weiß man erst, was man sucht, wenn man es gefunden hat, cioè “a volte si scopre ciò che si sta cercando solo quando si è trovato”. Ora l’abbiamo!

Non si può dire che i monasteri non abbiano contribuito significativamente allo sviluppo culturale dell’Occidente, nelle scienze e nelle arti come nell’artigianato e  nel commercio. E questo vale anche per la birra: sarebbe difficile immaginare la produzione di birra in Europa senza l’attività monastica. Fra i più antichi monasteri c’è quello benedettino di Ettal che produce da più di 400 anni la Benediktiner  Weissbier e che oggi propone 3 nuove birre

Ci sarebbe piaciuto titolare con “Il cielo così vicino”, il motto che troneggia nella comunicazione della Benediktiner  Weissbier, più semplicemente tradotto in “Ad un passo dal paradiso”, perché crediamo che trasmetta un messaggio esplicito ed emotivamente coinvolgente; però c’è preso un dubbio: e se qualcuno non lo conoscesse e non potesse così associarlo alla ottima weisse prodotta nell’Abbazia di Ettal?  Eccone allora la storia. Il monastero di Ettal fu fondato il 28 aprile 1330 dall’imperatore Ludovico IV di Baviera, detto il Bavaro. Già nel XV e XVI secolo i monaci, appartenenti all’ordine di San Benedetto, e così è spiegato il nome della birra, producevano birra nel vicino villaggio di Oberammergau, in Alta Baviera; poi, nel 1609, la birreria fu trasferita all’interno del monastero. La produzione di birra, oltre all’agricoltura, è l’attività più antica cui da sempre si dedicano i monaci di Ettal che da oltre 400 anni la producono senza alcuna interruzione: ancora oggi la Benedektiner Weißbier per il mercato tedesco e austriaco è birrificata esclusivamente ad Ettal. La crescente domanda di una birra che dalle origini si è affermata per la sua freschezza e qualità oggi non può più essere soddisfatta dal monastero di Ettal per la sua limitata capacità produttiva, così i monaci hanno cercato un partner capace ed affidabile per far fronte all’aumentata necessità di produzione. Hanno scelto il Gruppo Birraio Bitburger perché è un’azienda familiare basata sul valore, che si distingue per l’imprenditorialità sostenibile, la più alta produzione e qualità dei prodotti, marchi forti e un team di esperti in marketing internazionale di birre tedesche. Così oggi la Benediktiner Weissbier viene brassata presso il birrificio Licher Privatbrauerei, altrettanto ricco di tradizione e dal 2004 integrato al Gruppo Birraio Bitburger che provvede alla sua distribuzione. Inutile dire che il rispetto della ricetta originale e l’utilizzo dello speciale lievito autoctono, che si trova solo nelle cantine del monastero di Ettal dove matura molto lentamente così da donare alla Benediktiner Weissbier il suo inconfondibile carattere fruttato e frizzante, sono sotto la stretta supervisione dei monaci benedettini di Ettal.

0de581c181 quadro

Dopo tanti anni di produzione di Benediktiner Weissbier, una birra di frumento che come avrete capito rappresenta a livello qualitativo il sapere, la passione e l’arte artigiana di quella cultura monastica cui accennavamo all’inizio, oggi sul mercato italiano arrivano 3 nuove birre Benediktiner: Benediktiner Hell, Benediktiner Weissbier Alkoholfrei e Benediktiner Weissbier Dunkel, unite da un denominatore comune, alta qualità e rispetto della tradizione.

Benediktiner Hell ha una gradazione alcolica 5% vol., è una classica lager chiara bavarese, “hell” per l’appunto, dal bel colore giallo dorato, poco luppolata e con una piacevole dolcezza di malto.

Benediktiner Weissbier Alkoholfrei, una birra rinfrescante e dissetante che vanta il 40% in meno di calorie rispetto alla Benediktiner Weissbier; si presenta naturalmente torbida per i lieviti in sospensione, come da stile.

Benediktiner Weissbier Dunkel, g.a. 5,4% vol., dal color castagna, piacevolmente opalescente per i lieviti, con aromi fruttati  e sentori di malto, al gusto si sentono morbide note di malto tostato. Una birra da godere nella calda stagione e da gustare abbinata a salumi tedeschi, würstel e formaggi freschi; stinco di maiale con patate.

Tre birre che ispirano la citazione latina della suora benedettina Hildegard von Bingen,

“cerevisiam bibat”, si beva birra, e, visto che siamo in tema di citazioni, Martin Rederlechner, Sales & Marketing Director South Europe & Latin America di Bitburger BrauGruppe, aggiunge:  manchmal weiß man erst, was man sucht, wenn man es gefunden hat, cioè “a volte si scopre ciò che si sta cercando solo quando si è trovato”. Ora l’abbiamo!

Banner Birreat
Redazione Birra&Sound
Birra & Sound è il punto di riferimento dei gestori dei locali. Notizie aggiornate sugli eventi più importanti del mondo della birra, le recensioni delle migliori aziende birraie, dei birrifici artigianali e dei locali. Birra&Sound è anche una vetrina per le aziende dell’indotto birraio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here