Alla scoperta del “mosaico” Duvel Moortgat

Duvel

Due giorni alla scoperta delle birre belghe del gruppo Duvel Moortgat. Dalla iconica golden ale dal nome “diabolico” alla De Koninck, simbolo della città di Anversa, per finire con birre “degli gnomi” ovvero La Chouffe.

Da quando, nel 1923, un calzolaio descrisse la birra che aveva nel bicchiere come “un diavolo di birra” è trascorso quasi un secolo. Ma la Duvel (“diavolo” in fiammingo) è diventata quella che Michael Jackson avrebbe definito “a world classic” ovvero il parametro di uno stile birrario, quello delle strong golden ale, al quale tutti i birrai del mondo hanno guardato.
Ma Duvel, da quattro generazioni patrimonio della famiglia Moortgat, è molto più di una grande birra del Belgio. Il birrificio è costantemente cresciuto nel tempo e, grazie all’attuale Ceo Michel Moortgat al comando dal 1999, ha messo la freccia con una serie di acquisizioni sia nel territorio nazionale (Brasserie La Chouffe, Liefmans e De Koninck) sia nel mondo (negli USA Ommegang, Boulevard Brewing e Firestone Walker; in Repubblica Ceca Bernard) e infine pure in Italia (Birrificio del Ducato).
birre duvel
Tutti acquisti di spessore perché birrifici già molto noti tra gli appassionati e che hanno portato il gruppo a quasi due milioni di ettolitri di birra l’anno.
Ma, più che i numeri, quello che colpisce della storia recente di Duvel Moortgat è riassumibile nelle parole dello stesso Ceo che abbiamo avuto l’opportunità d’incontrare in un recente viaggio nelle Fiandre. «A family of authentic craft brewers”, ha definito l’azienda Moortgat. Una “famiglia” perché quello che appare chiaro nella filosofia aziendale è che le acquisizioni sono fatte in una logica federativa ossia rispettando le diverse autonomie e peculiarità di ogni singolo birrificio, non centralizzando o uniformando nemmeno la distribuzione (in Italia e almeno anche negli USA il Birrificio del Ducato ad esempio continuerà a operare autonomamente).

Michel Moortgat
Michel Moortgat – Ceo Duvel Moortgat

Certo, i birrai hanno l’opportunità di fare esperienze nelle diverse “isole dell’arcipelago Duvel” e, come sempre, l’esperienza e il confronto costituiscono ricchezza aggiunta e tutti e dieci birrifici del gruppo fanno comunque capo al quartier generale di Puurs, ma la strategia di garantire brand identity diverse, tenendo aperti i singoli birrifici, è quel quid che sta facendo avere al gruppo Duvel Moortgat una marcia in più nei mercati internazionali.

Banner Birreat
Redazione Birra&Sound
Birra & Sound è il punto di riferimento dei gestori dei locali. Notizie aggiornate sugli eventi più importanti del mondo della birra, le recensioni delle migliori aziende birraie, dei birrifici artigianali e dei locali. Birra&Sound è anche una vetrina per le aziende dell’indotto birraio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here