Calendari d’Avvento: una storia che continua!

Il Natale si avvicina e con lui è arrivato il momento dei Calendari d’Avvento, ormai una tradizione in tutto il mondo e diversi per tutti i gusti!

I Calendari d’Avvento sono ormai una tradizione in tutto il mondo, ma come è iniziata questa lunga tradizione?

Il Calendario dell’Avvento fu inventato da Gerhard Lang, un editore protestante, originario di Maulbronn (Germania), nel 1908.

richard_ernst_kepler_-_im_lande_des_christkinds

La mamma del piccolo Lang decise un anno di cucinare dei biscotti speziati, tipici del periodo natalizio.

Poi li divise in 24 piccoli sacchettini e ne diede uno al giorno al piccolo Gherard, dal 1 dicembre alla vigilia, in modo che fosse facile anche per lui tenere il tempo fino a Natale.

Divenuto grande, nei primi anni del 1900, Gherard sviluppò l’idea della sua mamma.

Lang fece qualcosa in più: preparò un calendario con un disegno per ogni giorno.

L’anno seguente introdusse il dettaglio delle finestrelle, dal cui interno spuntavano angeli o piccoli Gesù Bambino da ritagliare o assemblare.

Successivamente arrivarono dolci e cioccolatini.

Il calendario conquistò prima i Paesi protestanti, poi quelli cattolici.

Negli anni dei regimi totalitari i calendari dell’Avvento vennero sfruttati dalla propaganda: durante il nazismo, dietro ogni finestra c’era un simbolo della “grande Germania”, mentre nella Repubblica democratica tedesca, durante la Guerra Fredda, al posto degli angeli potevano spuntare le sonde sovietiche, come lo Sputnik, o i cosmonauti come Jurij Gagarin.

Oggi i calendari dell’avvento sono di altro tipo.

Per grandi e piccini i calendari d’Avvento non si fermano più ai soliti dolcetti, ecco 5 calendari per tutti i gusti!

Calendario dell’Avvento Disney

calendario avvento disneyNon si è mai troppo bambini per farsi trasportare nel mondo Disney.

Personaggi e accessori sbucano dai cassettini del Calendario dell’Avvento DisneyAnimators.

Se invece a riempire i pacchetti regalo volete essere voi, c’è anche la versione fai da te.

 

Calendario dell’Avvento per cani e gatti

calendario avvento cane gatto

Chi l’ha detto che il conto alla rovescia debba essere solo per noi umani?

Lily’s Kitchen, azienda inglese che produce cibo di qualità per cani e gatti, ha creato due calendari dell’Avvento per gli amici a quattro zampe, siano essi felini o canini.

Dietro ognuna delle 25 finestrelle si trovano snack e croccantini.

Calendario dell’Avvento Man’s Stuff

calendario avvento uomoAssodato che certi uomini sono più vanitosi delle loro compagne, il calendario dell’Avvento di Man’s Stuff è l’ideale.

Ogni cassetto contiene un accessorio per la barba, i capelli o la manicure.

 

Calendario dell’Avvento Tiffany

In una cassettiera, realizzata dall’artista e illustratore Pat Vale, alta circa un metro che Tiffany calendario dell'Avventorappresenta in scala lo storico flagship store della maison di gioielli nella Fifth Avenue, dietro ventiquattro sportellini, sono racchiusi altrettanti oggetti preziosi firmati Tiffany.

Dai gioielli più desiderati a quelli “più da tutti i giorni”, per un valore che varia da 130 a 15mila dollari circa l’uno, ognuno dei quali riposto nella classica scatoletta dall’inconfondibile colore Tiffany Blue.

Calendario dell’Avvento Theresianer

Per gli amanti della birra anche quest’anno come non lasciarsi stupire dal Calendario Risultati immagini per calendario dell'avvento theresianerdell’Avvento, rendendo l’attesa della Festività un gioco quotidiano.

La scatola è una fantasiosa riproduzione illustrata della fabbrica di birra e vede un percorso ricco di sorprese da scoprire casella dopo casella: simpatici gadget e tutte le birre Theresianer in formato 0,33 l fino ad arrivare ad un passo dal Natale con una birra in edizione speciale!

Banner Birreat
Redazione Birra&Sound
Birra & Sound è il punto di riferimento dei gestori dei locali. Notizie aggiornate sugli eventi più importanti del mondo della birra, le recensioni delle migliori aziende birraie, dei birrifici artigianali e dei locali. Birra&Sound è anche una vetrina per le aziende dell’indotto birraio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here