Brasserie Lupulus: Un successo familiare importato in Italia!

lupulus cover

La sfida del birrificio Lupulus, la cui denominazione è ispirata al nome scientifico del luppolo “Humulus lupulus“, è di sfruttare il potere del luppolo per infondere alle birre un tocco di modernità.

L’amarezza si trova, a diverse gradazioni, nelle sette birre che compongono la gamma Lupulus : bionda, scura, Hopera, Hibernatus, Organicus (BIO), bianca e Fructus.
La bionda Lupulus rimane la birra più prodotta, quella all’origine di tutta la gamma, da cui proviene la Lupulus Hopera.  Si basa sul luppolo del nuovo mondo, proveniente dall’America e dall’Australia. Questo è ciò che la renderà molto fruttata nel naso e in bocca. 
lupulus hopera
La produzione della Lupulus raggiunge ormai i 19.500 ettolitri all’anno, equivalenti a circa 6 milioni di bottiglie. Una crescita inaspettata rispetto al lancio del birrificio, dieci anni fa. Attualmente, due terzi della produzione sono destinati all’esportazione, con un Paese in cima alla lista : l’Italia.
Per Mathieu Close, Sales Manager, oltre ad avere dei buoni contatti locali, ha certamente contribuito anche il nome del birrificio:  “Lupulus, ha un suono latino che probabilmente parla agli italiani. Il mercato belga è in seconda posizione. Siamo ben consolidati nella regione delle Ardenne e la birra sta lentamente raggiungendo il cuore dei nostri vicini fiamminghi, ma abbiamo ancora del lavoro da fare per diffondere la nostra notorietà a livello nazionale.”

Banner Birreat
Redazione Birra&Sound
Birra & Sound è il punto di riferimento dei gestori dei locali. Notizie aggiornate sugli eventi più importanti del mondo della birra, le recensioni delle migliori aziende birraie, dei birrifici artigianali e dei locali. Birra&Sound è anche una vetrina per le aziende dell’indotto birraio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here