La Birra fa ingrassare?

La Birra fa ingrassare?

Estate, tempo di vacanze, di tanto, tanto sole… e di birre.

Poche bevande danno soddisfazione quando si è accaldati ed assetati, quanto una bella birra fresca, magari in compagnia, al mare o davanti ad una bella pizza.

E allora ecco la domanda fatidica: la birra fa ingrassare?

Non è semplice rispondere a questo quesito anche perché è un argomento abbastanza spinoso e decisamente controverso.

Ci sono moltissime ricerche e studi nutrizionali che si dibattono su questo tema e che approdano a risultati convincenti sia nel considerare la birra un nemico per qualsiasi dieta, sia invece nel vederla una bevanda non solo innocua per la linea, ma anche in grado di avere molteplici effetti benefici sull’organismo e la salute.

Cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza o quantomeno di sintetizzare la questione.

Per quanto riguarda l’apporto calorico, la birra contiene circa 34/35 calorie per 100 g di prodotto, perciò una quantità inferiore rispetto a quella contenuta in altre bevande quali succo di frutta, bevande analcoliche zuccherate, latte e soprattutto il vino.

Il numero delle calorie diminuisce nelle birre chiare (ed ovviamente in quelle dette “light”) ed aumenta nelle birre più “cariche”.

Gran parte di questo apporto calorico, oltre ai vari elementi di cui la bevanda è composta (è anche detta “pane liquido”), è fornito dalla parte alcolica.

Non si deve dimenticare che per “leggera” che sia, la birra è pur sempre una bevanda alcolica e per questo, sebbene lo sia meno del vino o di altri liquori o spiriti, va consumata con moderazione, anche perché, visto che mediamente ha solo 4,5% vol., accade facilmente di berne grandi quantità. Tra l’altro difficilmente le persone tendono a ridurre la quantità di cibo per compensare l’apporto calorico della birra, anzi sembra che la stessa, in qualche maniera, stimoli l’appetito.

A questo aspetto è correlato quello piuttosto discusso, circa l’eliminazione… o meno, nell’organismo, dei grassi corporei.

Studi nel settore evidenziano che bere alcolici è controproducente nella combustione dei grassi poiché rispetto a questi, l’organismo, in prima battuta, metabolizza l’alcol; ciò che accade quando si bevono alcolici, è che in qualche modo si attiva una sorta di meccanismo per cui il corpo umano smette di bruciare i grassi. Tale discorso sembra però condizionato fortemente dalla quantità di birra che viene consumata, per cui un consumo moderato non sembra influenzare la metabolizzazione dei grassi col conseguente aumento del grasso corporeo e nello specifico, quello addominale.

Quest’ultimo in effetti sembra essere il vero spauracchio degli amanti della birra e anche in proposito ci sono visioni contrastanti. L’opinione più diffusa è che la birra faccia “aumentare la pancia”, forse a causa dei fitoestrogeni contenuti nel luppolo in grado di influenzare, in qualche misura, il peso corporeo o più semplicemente per il discorso di cui sopra, per cui ci sarebbe un vero accumulo di adipe nella zona addominale.

C’è però anche chi sostiene che il grasso addominale non sia direttamente correlato al consumo di questa bevanda e che “la pancia da birra” appunto, sia più legata alla tensione addominale conseguente all’assunzione di anidride carbonica presente in discrete quantità in ogni birra, soprattutto in quelle di bassa qualità.

A questo punto del discorso è più che evidente che sembra non esistere una visione chiara su quanto possa fare ingrassare la birra, ma è altrettanto palese che gli effetti sull’organismo e sul peso corporeo sono di certo legati al consumo che si fa di questa fantastica bevanda, oltre che al metabolismo, e alle diverse caratteristiche fisiologiche del singolo individuo.

Pertanto credo che, se si vogliono delle risposte chiare circa quanto sovraesposto, la cosa più indicata da fare sia quella di rivolgersi ad un medico nutrizionista che, al di là di tutto, è forse la figura più adatta a dare delle indicazioni con solide basi scientifiche e studiate a seconda delle peculiarità di ogni persona.

Comunque, con ogni probabilità, l’unico modo per essere sicuri di non aumentare di peso e di trarre beneficio dalla birra è quello di consumarla con moderazione, come è consigliabile del resto per tante altre bevande e molteplici alimenti.

Insomma, “est modus in rebus” e… alla salute!

Corinna Cattuto

lascia un messaggio

comment-avatar

*